Bellezza della pelle sotto la mascherina

Bellezza della pelle sotto la mascherina

Quest’anno, con il Covid, abbiamo dovuto adattarci ed affrontare tante difficoltà, modificando anche le nostre abitudini e soprattutto con l’uso della mascherina, la pelle è stata la prima a risentirne!

Molte persone, in questo periodo, stanno manifestando problemi di pelle, a causa dell’uso prolungato della mascherina. I problemi più frequenti sono i brufoli, infiammazioni, accompagnate da rossori, acne, eczemi, dermatite seborroica, rosacea…Il nostro viso è messo a dura prova!

Scopriamo insieme alla nostra esperta Tina Fiorito come poter cambiare la nostra beauty routine per avere una pelle sempre perfetta.

Cosa succede alla pelle sotto la mascherina?

Il respiro resta intrappolato nella mascherina e crea un ambiente caldo e umido, che agevola l’accumulo di sudore e sebo sulla pelle, quindi terreno fertile per le imperfezioni, eruzioni e perfino acne, ma anche arrossamenti e orticaria. Inoltre, per chi ha la pelle più sensibile, la sensazione di calore può peggiorare la couperose.
Un valido aiuto arriva dalla giusta routine skincare.

Come curare la nostra pelle?

Per ogni tipo di pelle una soluzione:
– Per pelli normali e miste è preferibile usare detergenti esfolianti e ossigenanti.
– Per pelli molto grasse con tendenza all’acne usare detergenti con il triclosano, per evitare formazione di batteri.
– Per pelli molto sensibili, usare prodotti altamente lenitivi e disinfiammanti o delle mousse.
Mi raccomando prima di trattare la pelle, bisogna avere sempre le mani accuratamente lavate ed igienizzate.

Consigli per una giusta skincare da mascherina

La parola chiave è leggerezza, quindi si consiglia in questo periodo di usare la mattina creme idratanti a base in gel come Nutrient-charged water gel della linea del dott. Murad, in modo da mantenere un’ottima idratazione ed evitare l’effetto lucido. Mentre per la sera sieri ossigenanti e leviganti abbinati ad una buona crema nutriente.

Una volta alla settimana si consiglia sia uno scrub o dei fazzolletti imbevuti di acido glicolico e vitamina c come il Rapid resurfacing peel della Murad e una maschera in crema scelta in base al proprio tipo di pelle.

La mascherina mette in risalto gli occhi, diventa essenziale curare anche il contorno occhi.

Una buona crema antirughe ed ossigenante a base di vitamina C e stabilizzata con particelle d’oro per prevenire la formazione di occhiaie scure proprio per mancanza di ossigenazione dovuto all’uso della mascherina.
Inoltre, si consiglia di recarsi più spesso nel proprio centro estetico per fare trattamenti esfolianti idratanti ed ossigenanti.

Tutto ciò farà sì che la vostra pelle nel momento che toglieremo finalmente le mascherine sia radioso e luminoso e senza imperfezioni!

Se hai delle domande o delle curiosità, la nostra esperta si mette a disposizione, facendo consulenze gratuite.

Lascia un commento